Published on ottobre 26th, 2016 | by Staff

A cosa fare attenzione quando si compra il Burro di Karitè?

Il mercato dei cosmetici è sempre più saturo di prodotti che promettono miracoli, e che poi si rivelano inutili nella maggior parte dei casi, se non addirittura dannosi per via delle numerose sostanze chimiche utilizzate. Con prodotti come il burro di Karitè questo è un rischio che non si corre mai, sempre che sappiate con certezza cosa comprare e cosa, invece, evitare. Ad esempio potrebbe esservi molto utile capire quale burro è migliore fra quello puro e quello raffinato, o quale colore testimonia una maggiore bontà del burro di Karitè. Ed allora non ci resta che rispondere a queste domande, e capire a cosa fare attenzione quando si compra il burro di Karitè.

Il prodotto migliore da acquistare è indubbiamente il burro di Karitè puro, perché la sua lavorazione avviene in modo artigianale e quasi completamente manuale, senza cottura o aggiunta di elementi chimici e conservanti. Lo Shea Butter puro viene infatti prodotto senza cuocere la pasta: un procedimento che altrimenti altererebbe la sua composizione chimica, annullando gran parte dei suoi effetti benefici. Per quanto riguarda il colore, invece, non esiste una tonalità in grado di comunicare la purezza del burro: alcuni panetti appaiono di un colore scuro, altri di una tonalità più chiara, vicina al giallognolo. In ogni caso, quando vedete del burro di Karitè completamente bianco, state certi che si tratta di burro di Karitè raffinato.

Ghana, Burkina Faso o Africa Occidentale? Se c’è una cosa che dovete sapere, è che la qualità del burro di Karitè non è assolutamente legata ad una regione africana in particolare: l’albero di Shea è infatti identico in tutta l’Africa, e trattato in tutte le zone del Continente Nero come una sorta di divinità. Certo, ogni regione ha un suo metodo di preparazione, dunque potrebbe variare sia il colore, sia la consistenza del burro: poco male, perché a voi deve importare la sostanza e non l’apparenza.

Nonostante ci siano molte variabili in gioco, come potete vedere la cosa più importante da tenere in considerazione è il grado di purezza dello Shea Butter: in questo senso, il colore può essere un elemento molto importante, insieme all’odore. Se vi imbattete nel burro avorio e inodore, è probabile che la percentuale di principi attivi sia estremamente bassa per via del processo di raffinazione: attenti, perché molti prodotti cosmetici commerciali utilizzano questa varietà di burro.

Tags:


About the Author



Back to Top ↑